un tuffo nella storia e nelle tradizioni

Romagna
e cultura

Itinerari e luoghi da non perdere nel territorio romagnolo.
Scarica la mappa qui accanto o inzia a scoprire tutto il nostro territorio!



Centro storico di Cervia

Le origini del quadrilatero


Le condizioni di Cervia nel XVII° secolo subirono un peggioramento dovuto all’aria insalubre causata dall’allontanamento del mare. Gli abitanti, flagellati dalla malaria, periodicamente diminuivano di numero. In seguito alle ripetute richieste, nel 1697 la Santa Sede accolse la richiesta di riedificazione della città più vicino al mare. Poco distante dal Magazzino del Sale, su un cordone di alte dune, si tracciò il perimetro della nuova città, un quadrato di 170 m di lato. Terminata la costruzione del primo lato, ci si rese conto che occorreva più spazio tra una casa e l’altra. Si decise quindi, negli altri tre lati, di intercalare le case con un cortiletto, trasformando così l’originaria pianta quadrata in un rettangolo di 270 x 170 m.

Nel centro furono costruite 13 case più grandi, fra queste quelle dell’Arciprete, della Tesoreria e delle famiglie più nobili della città. L’accesso alla città era possibile solo attraverso Porta Cesenatico, Porta Ravenna e Porta a Mare; quest’ultima è l’unica sopravvissuta alla seconda guerra mondiale.

ITINERARIO DI 1 GIORNO A PIEDI

Ravenna e i suoi mosaici

Vi suggeriamo la scoperta dei monumenti e delle curiosità di questa città unica al mondo, che conserva 8 Monumenti dichiarati patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Grazie ad un biglietto cumulativo è possibile l’accesso alla Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, al Battistero Neoniano, alla Basilica di San Vitale, al Mausoleo di Galla Placidia, al Museo e la Cappella Arcivescovile. Gli altri monumenti prevedono l’ingresso gratuito.

Il Mausoleo di Galla Placidia

Commissionato dall’Imperatrice romana fautrice del trasferimento dell’Impero Romano d’Occidente da Milano a Ravenna nel 402 d.C. Al suo interno spettacolari mosaici di forte ispirazione bizantina, tematicamente a cavallo tra la tradizione greco-romana e quella cristiana, che ricoprono pareti, archi, lunette e cupola.

La Basilica di San Vitale

Rappresenta uno dei massimi esempi di arte paleocristiana in Italia. All’interno della Basilica, si resta affascinati dalla pavimentazione, dai ricchi mosaici che decorano il presbiterio e dalla maestosa cupola affrescata. Una curiosità: sul pavimento del presbiterio c’è un labirinto mosaicato. Il suo intento è quello di indurre il fedele ad un esercizio spirituale.

Il Battistero Neoniano

Detto anche degli Ortodossi prende il nome dal vescovo Neone. Il vascone battesimale centrale è contornato da un tripudio di mosaici che raggiungono il massimo splendore nella cupola con il Battesimo di Gesù. Notevoli anche le decorazioni in lastre di porfido e di marmo verde che rivestono le pareti, gli stucchi e gli ornamenti simbolici.

Il Museo Arcivescovile

Ha sede nel Palazzo Arcivescovile, fondato nel 1734, è il primo museo diocesano sorto in Italia. Ospita la famosissima cattedra di Massimiano, una delle più celebri opere in avorio di cui si è a conoscenza, eseguita da artisti bizantini nel VI secolo d.C., l’antichissimo calendario pasquale e, soprattutto, i mosaici della Cappella di Sant’Andrea e della Cappella Arcivescovile.

Duomo di Ravenna

La cupola, con i suoi quasi 50 metri, fu completamente affrescata da Giovan Battista e Andrea Barbiani. Il campanile cilindrico all’esterno del Duomo di Ravenna risale al XI secolo. alto 35 metri, contrasta con lo stile barocco della facciata. La cappella di destra conserva due sarcofagi, considerati tra i più monumentali sarcofagi paleocristiani ancora oggi conservati.

La Tomba di Dante

Il tempietto conserva le ossa del sommo poeta Dante Alighieri. Il sarcofago è sormontato da un lumino alimentato con olio di oliva toscano. Ogni anno, il 14 settembre (anniversario della morte di Dante) il lumino viene rifornito di olio proveniente esclusivamente da Firenze.

Basilica di San Francesco

La chiesa è caratterizzata dalla presenza di una Cripta del X secolo (sotto il presbiterio). La Cripta si trova sotto il livello del mare e per tale ragione è allagata, vi nuotano addirittura dei pesci rossi. Sotto l’acqua limpida si intravede la bella pavimentazione mosaicata.

Basilica di Sant’ Apollinare Nuovo

Fu costruita per volere di Teodorico ma “ripulita” successivamente di quasi tutti i riferimenti alla stirpe di quest’ultimo a causa di una damnatio memoriae. I mosaici bizantini raffiguranti scene cristologiche e motivi religiosi rappresentano il più esteso ed importante ciclo musivo del mondo.


La Riviera dei ParchiI parchi tematici

In un’area di poche decine di chilometri c’è la più alta concentrazione di Parchi del divertimento di tutta Europa


  • 1 - Mirabilandia - Ravenna: 15 km (18 m ca)
  • 2 - Safari Ravenna - Ravenna: 13 km (15 m ca)
  • 3 - Italia in Miniatura - Rimini: 22 km (25 m ca)
  • 4 - Fiabilandia - Rimini: 33 km (40 m ca)
  • 5 - Oltremare - Riccione: 43 km (40 m ca)
  • 6 - ATLANTICA - Cesenatico: 7 km (11 m ca)
  • 7 - ACQUARIO Cattolica: 50 km (45 m ca)


Cultura e tradizioneI Borghi più belli d’Italia

Suggestivi nella forma e nell’atmosfera, rappresentano il cuore nascosto della nostra terra


  • 1 - Brisighella a Ravenna: 65 km (1 h ca)
  • 2 - S. Giovanni in Marignano a Rimini: 52 km (42 m ca)
  • 3 - San Leo a Rimini: 53 km (1 h ca)
  • 4 - Montefiore Conca a Rimini: 65 km (1 h ca)
  • 5 - Montegridolfo a Ravenna: 67 km (1 h ca)
  • 6 - SANTARCANGELO a Rimini: 10 km (18 m ca)
  • 7 - FAENZA a Ravenna: 39 km (38 m ca)
  • 8 - GRADARA a Rimini: 30 km (35 m ca)